Archivio per Categoria Consulenza legale

Vuoi acquistare una casa all’asta? Attento alle insidie!

 

L’asta giudiziaria

 

L’asta giudiziaria è la vendita coattiva (cioè forzata ) di un bene del debitore disposta dal Tribunale.

 

Si parla di asta immobiliare quando la natura del bene è un immobile (appartamento, box terreno ecc.).

 

In periodi di crisi accade spesso che i proprietari di un immobile (cittadini privati o società) non riescano più a saldare i propri debiti per gravi difficoltà economiche.

 

Maggiori informazioni

La perizia nelle aste immobiliari

 

Partecipazione

 

Quando si partecipa ad un’asta immobiliare, uno dei documenti più importanti a cui fare riferimento è la Perizia dell’immobile.

 

Trattasi di un documento richiesto dal giudice ad un perito o CTU (consulente tecnico d’ufficio) da lui nominato al fine di stimare il valore dell’immobile e fissare così il prezzo base di vendita dello stesso secondo lo stato dell’immobile e l’andamento del mercato immobiliare locale.

 

Il perito dovrà rispondere alle domande poste dal Giudice al momento del conferimento dell’incarico con risposte in maniera precisa rappresentando lo stato di fatto dell’immobile.

 

Maggiori informazioni

L’errore n. 1 che ogni imprenditore dovrebbe evitare

 

 Recuperare i crediti

Quando si parla di recupero crediti, per non rischiare di dover perdere definitivamente il pagamento della tua fattura, è necessario sottoscrivere un contratto.

 

Oppure un preventivo scritto con l’indicazione del servizio offerto e del prezzo convenuto.

 

Sembra scontato dirlo, ma nella mia esperienza ho constatato che molti imprenditori e professionisti non hanno alcuna prova scritta che indichi il prezzo e il servizio venduto.

Maggiori informazioni

Il ritardo dei pagamenti nelle transazioni commerciali

 

 

Direttiva Europea

 

Pagare una fattura oltre il termine indicato è una prassi adottata da molte imprese che si ripercuote negativamente su tutto il sistema economico.

 

Per combattere questo fenomeno una direttiva dell’Unione Europea è volta a uniformare i termini di pagamento all’interno della stessa comunità.

 

Il legislatore ha disciplinato la materia dei ritardi di pagamenti nelle transazioni commerciali con il D. Lgs. n. 231/2002, poi modificato nell’anno 2012 in senso peggiorativo per chi paga oltre i termini prescritti.

Maggiori informazioni