Vuoi acquistare una casa all’asta? Attento alle insidie!

Vuoi acquistare una casa all’asta? Attento alle insidie!

Si parla di asta immobiliare quando la natura del bene è un immobile. I creditori, attivano quindi una procedura di esecuzione immobiliare protesa alla vendita dell’immobile di proprietà del debitore da cui ricavare liquidità e soddisfare il proprio credito.

Le aste immobiliari , non sono soltanto un’opportunità per i creditori di recuperare il loro credito, ma sono anche grosse opportunità per nuovi acquirenti che partecipano alla procedura di vendita/acquisto a seguito di un “avviso di vendita o d’asta” .

Anche tu potresti essere il nuovo acquirente di un immobile sottoposto alla procedura di vendita all’asta e magari potresti aggiudicarti l’immobile ad un buon prezzo!

Ma se dall’esterno le cose possono sembrare facili, in realtà esse nascondono parecchie insidie che solo un esperto sa individuare ed evitare.

Se da una parte certe opportunità si presentano come occasioni da non perdere e “grandi affari” , dall’altra il nuovo acquirente potrebbe ritrovarsi con una serie di problematiche proprio dopo essersi aggiudicato l’immobile, problematiche che potevano essere individuate se si ci fosse rivolti ad un esperto .

Conoscere la procedura di partecipazione ad un’asta immobiliare non basta per tenere lontano i guai !

Innanzitutto bisogna saper leggere bene tutta la documentazione , ma anche questo non basta ; occorre, infatti, saper comprendere tutto il linguaggio giuridico riferito all’immobile , dall’avviso di vendita alla perizia, controllando vincoli ed oneri a carico dell’acquirente. Purtroppo, molto spesso, anche un attento lettore si lascia sfuggire certi significati tecnici che riguardano, ad esempio, l’esistenza di altri diritti che ricadono sull’immobile e che magari riguardano soggetti terzi con cui poi si avrà a che fare nel futuro.

Oppure, capita che ci si ritrovi ad acquistare una casa che poi risulta essere occupata da inquilini senza sapere che tutte le spese relative allo sgombro dell’immobile sono carico del nuovo proprietario e potrebbe anche passare molto tempo prima che lo stesso abbia il possesso di quanto acquistato.

Altre volte, invece, non si fa caso a tutte le spese da affrontare oltre al prezzo di acquisto, come quelle relative all’imposta di registro IVA, spese condominiali, altri onorari per il trasferimento della proprietà, marche da bollo, la tassa ipotecaria, quelle relative al registro catastale, le spese di liberazione nell’eventualità che l’immobile sia occupato, eventuali spese di ristrutturazione ecc…

Sarebbe certamente proficuo conoscere sin dall’inizio il totale delle spese che si dovranno affrontare invece di scoprirle successivamente.

Queste e molte altre sono le insidie che possono presentarsi quando ci si avventura da soli nelle aste immobiliari.

Per evitare brutte sorprese ad affare concluso, è bene rivolgersi ad un esperto del settore affinché possa assistervi sin dall’inizio della procedura onde evitare brutte sorprese ad immobile aggiudicato.

In periodi di crisi come quello che l’Italia sta attraversando da tempo, accade spesso che i proprietari di un immobile (cittadini privati o società) non riescano più a saldare i propri debiti per gravi difficoltà economiche.

Dall’altra parte ci sono i creditori che devono essere pagati e che, per soddisfare il proprio credito, sono costretti ad agire giudizialmente sui beni (capitali e immobili) di proprietà dei debitori tramite le aste giudiziarie in virtù del principio della responsabilità patrimoniale secondo cui “ il debitore risponde dell’adempimento delle obbligazioni con tutti i suoi beni presenti e futuri” (art. 2740 c.c.)

L’asta giudiziaria è la vendita coattiva (cioè forzata ) di un bene del debitore disposta dal Tribunale.

Info sull'autore

administrator